L'ortoressia: che cos'è?

08.02.2021

L'ortoressia: cos'è?

L'ortoressia non è ancora inclusa fra i Disturbi del Comportamento Alimentare, ma è un disturbo che riguarda tale condotta. Si manifesta attraverso un atteggiamento ossessivo nella ricerca di cibi naturali e biologici ed esordisce attraverso l'esclusione di alcuni cibi in base a dei criteri di ammissibilità scelti dalla persona (ad es. cibi trattati con pesticidi). Con l'evolvere del disturbo, questi criteri diventano sempre più rigidi ed escludenti: le persone che ne soffrono non si fidano di mangiare cibi preparati da altri o dai ristoranti, spesso spendono molto, pur di mangiare cibi che rispettino i loro criteri di selezione e vengono attivati pensieri ossessivi su quanto e cosa mangiare. Tutto questo comporta una dieta molto ridotta e restrittiva, che può portare a danni fisici; inoltre, questo disturbo porta a lungo andare inevitabilmente ad un isolamento sociale dovuto alla poca tolleranza di questi comportamenti rigidi da parte degli altri. Oltre a ciò, la persona ortoressica presenta alcuni elementi psicologici comuni ad altri disturbi del comportamento alimentare, come la distorsione delle forme corporee o la negazione dei segni corporei di malattia e si può osservare la tendenza a negare o a non riconoscere emozioni, sentimenti e conflitti.

Quindi, come per i DCA riconosciuti è necessario sempre chiedere aiuto.